MARZIO TONIOLO
« < >
Il progetto


Nel 2021, a bordo di un kayak, realizzai in solitaria la discesa del fiume Po fino a Venezia (700 km), con l段dea di raccontare il fiume e i territori lambiti dalle sue acque e quasi dimenticati, laddove sono nato e attualmente vivo.
L段tinerario che avevo tracciato e percorso sul Po aveva questi due punti forti: la scoperta di un ambiente naturale e il tentativo di capirlo. Luoghi in cui l段ndustrializzazione dell誕gricoltura e la totale mancanza di rispetto, per decenni, hanno fatto sì che la sua bellezza impoverita e contaminata fossero quasi rimosse dalle popolazioni riparie, mentre fino agli inizi del secolo scorso esso era non solo una via d誕cqua molto importante, ma anche una vena pulsante della civiltà.
Un viaggio di geografia umana diventato un mosaico di spazi, volti, strani incontri, luoghi bizzarri, malinconici, e situazioni talvolta grottesche.
Ho percorso il fiume intervistando e fotografando le persone e il territorio. Ho indagato sullo stato di emergenza ecologica nel quale versa il suo alveo, ponendomi però come obiettivo quello di mostrare la bellezza e l段mportanza del Po e di quanto la poca attenzione, nei suoi confronti, rischi di ucciderlo.
Sono entrato nelle sue acque con l段ntento di conoscerlo meglio e di farmi trasportare: una traversata né invasiva né raptatoria ma un semplice passaggio, non tanto diverso per impatto da quello di un uccello migratorio o di un animale selvatico.
Contribuire a valorizzare il Grande Fiume, a ridosso del quale sono cresciuto e ancora vivo, facendomi interprete della svolta dopo la pandemia e della volontà di ricominciare: sono stati questi i presupposti alla raccolta fondi da destinare all誕ssociazione no profit a me più cara, quella che porta il nome di Luca Noli.


Incipit

Il fiume più lungo d棚talia dovrebbe essere un patrimonio; antropologicamente parlando, invece, ora si va dicendo che è una fogna. Screditandolo lo abbiamo rimosso. Il Po è una cosa più viva di noi, che in pochi milioni di anni ha riempito di sabbia il mare che nel Pliocene occupava la pianura: è bellissimo e desolato come un deserto. Non ci va nessuno. Nessuno va più sul sabbione; eppure anche se ci vai da solo, al vespro, non ti senti solo: cè il gabbiano, l誕irone, il cormorano, il siluro. Fa poco clamore quando minaccia un誕lluvione, poi ritorna nell誕lveo e non se ne sente più parlare. Così il Po resta deserto, ed è meraviglioso. Eppure il fiume era una fonte di cibo, le cucine dei Campi sono piene di pesci dulcacquicoli. L誕cqua è comunque ancora trasparente e non è più sporca di località balneari blasonate. Il Po è un dio dimenticato, pagano, pieno di silenzio e meraviglia.


Il viaggio

Il fiume Po ha sempre rappresentato un riferimento per la Pianura Padana, per la sua cultura ed i suoi abitanti. Il fiume, con le sue ricchezze ed il suo scorrere inesorabile, è anche la metafora della vita e del viaggio.
Il 14 luglio 2021 si è concluso Un Po Mio, il progetto di Marzio Toniolo, insegnante e fotoreporter, che si è sviluppato lungo il fiume Po, partendo dal suo primo tratto navigabile per arrivare al mare. Da Torino a Venezia, 700 km in kayak per due settimane di navigazione e senza tappe prestabilite. Il reporter ha dormito in tenda ed ha attraccato dove più opportuno per incontrare chi, questo fiume, lo vive e lo ama. L段dea era nata dal desiderio di raccontare, per immagini e con i suoi diari, un viaggio in solitaria all段nsegna dell弾cosostenibilità e del rispetto dei luoghi, alla scoperta delle genti, delle tradizioni e dei valori di questa fetta di territorio italiano, tanto meraviglioso quanto dimenticato; talvolta, purtroppo, bistrattato.
鉄in dal primo giorno mi sono reso conto che la particolarità degli incontri con la gente, seppur radi, erano di gran lunga superiori alle mie aspettative. Tuttavia non è stato mai facile conciliare l誕ttività fisica, che prevedeva circa 50 km al giorno di percorrenza sul fiume, con quella fotografica, proprio per la necessità di rientrare in alcune tempistiche prefissate e che, se non rispettate, avrebbero compromesso l誕rrivo a destinazione nei tempi prestabiliti. Per questo motivo ho dovuto centellinare e selezionare gli approcci con la gente del fiume, limitandomi a raccogliere le storie più interessanti e, conseguentemente, a fotografarne i protagonisti. Ne è nato un lavoro visivo totalmente casuale e molto spesso dettato dalle sensazioni del momento.
La lunga discesa del Po ha fatto sì che trascorressi gran parte del tempo in totale solitudine, lontano da centri abitati e da qualsiasi elemento antropico.
Parallelamente ho cercato di stabilire delle connessioni con le poche persone incontrate, specialmente in alcuni momenti di difficoltà dovuti all弾saurimento delle scorte di cibo e acqua, ai trasbordi per superare le innumerevoli dighe del tratto piemontese o quando, quotidianamente, ricercavo luoghi adatti e sicuri per il pernottamento.
Le mie richieste d誕iuto sono avvenute in modo del tutto fortuito e sono sempre state soddisfatte, consentendomi di incontrare persone incredibilmente ospitali ed accoglienti, soprattutto quelle legate in modo viscerale al fiume.
In alcuni casi, la diffidenza iniziale dei miei interlocutori è stata spazzata via dal desiderio comune, e reciproco, di conoscersi ed ascoltarsi.
Ho scoperto la bellezza dell置manità già il primo giorno di viaggio, accolto come un fratello da due sconosciuti a bordo di una vecchia barca di legno, con un bicchiere di birra e un piatto di alici sott弛lio.
Non contento, i miei salvatori mi hanno poi condotto tra le rapide ad un approdo piratesco, offrendomi ospitalità nel loro circolo nautico.
Talvolta ho fatto incontri con personaggi incredibili e ho vissuto situazioni al limite del grottesco, degne di un libro di Stefano Benni, scoprendo la bellezza dell弾sser fuori da ogni schema logico e che per trasmettere amore non è necessario avere delle regole, né fisiche né morali. Ho conosciuto un giovane parroco senza la talare, con del vino in mano e altro già in corpo, che trova la sua dimensione celestiale spogliandosi delle cose formali per essere al servizio dell弾ssere umano. Insieme a lui una donna dal volto tatuato con linee tribali e uomini nerboruti, a petto nudo e in là con gli anni, desiderosi di condividere un bicchiere con me e scambiare due parole.
Lello, un ragazzo sulla mia età che ha deciso di passare un periodo sul fiume, in tenda, nutrendosi anche di quello che pesca, per ritrovare un po di pace interiore. Non aveva nulla ma mi ha regalato delle sigarette per il viaggio.
Daniel, proveniente da Cuba, prima in Sardegna per raggiungere figlio e nipote, poi nelle campagne ferraresi a spaccarsi la schiena nei campi di angurie in cambio di un lavoro sicuro. Mi hanno regalato birre e frutta.
E ancora eremiti che vivono in case galleggianti, veri e propri lupi di fiume in luoghi al confine tra giustizia e crimine: dopo avermi a lungo studiato, comprese le mie buone intenzioni, mi hanno concesso ogni cosa come si fa con gli ospiti importanti, regalandomi una notte, al riparo, sull誕cqua.
Ho rischiato la vita nel delta del Po per l誕rrivo di una tempesta e sono stato salvato dai vongolari, che mi hanno offerto ristoro nella loro baracca.
Perché cè qualcosa di divino che accompagna il lento avanzare dei viaggiatori solitari, siano essi sulla via di Gerusalemme, della Mecca o di un置mile Venezia.
È la provvidenza, e non ti lascia mai solo.
Il Po è così. È un panta rei di incontri, di genti, di volti e di storie.
È la vita, che va, ed il fiume diventa metafora di ogni cosa.
In tutto questo le anime del fiume esistono, ed è quello che sognavo di incontrare ancora prima di partire. Mi hanno offerto tutto ciò che potessi desiderare, sempre con la gioia di poter aiutare. Credo che, in fondo, sia uno dei sensi della nostra esistenza.


Walter Borghisani, curatore del progetto, aggiunge:
"Dal mio punto di vista mi permetto di reiterare la valenza multipla di questa impresa.
Nello specifico:
-etica: perché lo scopo primario dell段mpresa è stato quello di raccogliere fondi e pubblicizzare una associazione no-profit dedicata allo scomparso Luca Noli, a cui Marzio era profondamente legato;
-culturale: perché Marzio è un uomo del fiume e, a maggior ragione dopo il periodo di isolamento forzato all段nterno delle nostre terre dovuto alla pandemia, Un Po Mio ha voluto provare a riportare l誕ttenzione sul fascino di questi ambienti e su quanto potrebbe essere interessante riscoprirne le peculiarità;
-artistico: perché Marzio si è proposto di assolvere ai due scopi precedenti attraverso la fotografia. Un Po Mio va visto non soltanto nell弛ttica di una crescita personale e morale ma anche come evoluzione artistica del fotografo, che abbandona la 電istanza della fotografia di strada nella ricerca di quel contatto che è il punto di vista tra chi vede e chi viene visto. In questo senso il fiume, scorrendo tra due sponde, assume il medesimo valore che ha la fotografia nella definizione di ritratto: il punto di incontro (o di scontro, o di compromesso) tra il fotografo ed il suo soggetto.
Il lavoro che ne è nato è caratterizzato da una sua poetica che, per l誕ppunto, 都corre tra i canoni formali del ritratto moderno e l誕pproccio sensibile di Marzio. Timido, come l誕spetto che hanno le persone ritratte, e malinconico, come lo stato dei luoghi solo apparentemente inospitali e dentro cui trovano agio tutti i protagonisti di questo mondo ai limiti dell誕llegoria".
Un Po mio
aggiungi al carrello
add to shopping cart
chiudi
close

Opzioni disponibili
Options available
carrello
cart
condizioni
terms
1 / 18 enlarge slideshow
Un Po mio
aggiungi al carrello
add to shopping cart
chiudi
close

Opzioni disponibili
Options available
carrello
cart
condizioni
terms
2 / 18 enlarge slideshow
Un Po mio
aggiungi al carrello
add to shopping cart
chiudi
close

Opzioni disponibili
Options available
carrello
cart
condizioni
terms
3 / 18 enlarge slideshow
Un Po mio
aggiungi al carrello
add to shopping cart
chiudi
close

Opzioni disponibili
Options available
carrello
cart
condizioni
terms
4 / 18 enlarge slideshow
Un Po mio
aggiungi al carrello
add to shopping cart
chiudi
close

Opzioni disponibili
Options available
carrello
cart
condizioni
terms
5 / 18 enlarge slideshow
Un Po mio
aggiungi al carrello
add to shopping cart
chiudi
close

Opzioni disponibili
Options available
carrello
cart
condizioni
terms
6 / 18 enlarge slideshow
Un Po mio
aggiungi al carrello
add to shopping cart
chiudi
close

Opzioni disponibili
Options available
carrello
cart
condizioni
terms
7 / 18 enlarge slideshow
Un Po mio
aggiungi al carrello
add to shopping cart
chiudi
close

Opzioni disponibili
Options available
carrello
cart
condizioni
terms
8 / 18 enlarge slideshow
Un Po mio
aggiungi al carrello
add to shopping cart
chiudi
close

Opzioni disponibili
Options available
carrello
cart
condizioni
terms
9 / 18 enlarge slideshow
Un Po mio
aggiungi al carrello
add to shopping cart
chiudi
close

Opzioni disponibili
Options available
carrello
cart
condizioni
terms
10 / 18 enlarge slideshow
Un Po mio
aggiungi al carrello
add to shopping cart
chiudi
close

Opzioni disponibili
Options available
carrello
cart
condizioni
terms
11 / 18 enlarge slideshow
Un Po mio
aggiungi al carrello
add to shopping cart
chiudi
close

Opzioni disponibili
Options available
carrello
cart
condizioni
terms
12 / 18 enlarge slideshow
Un Po mio
aggiungi al carrello
add to shopping cart
chiudi
close

Opzioni disponibili
Options available
carrello
cart
condizioni
terms
13 / 18 enlarge slideshow
Un Po mio
aggiungi al carrello
add to shopping cart
chiudi
close

Opzioni disponibili
Options available
carrello
cart
condizioni
terms
14 / 18 enlarge slideshow
Un Po mio
aggiungi al carrello
add to shopping cart
chiudi
close

Opzioni disponibili
Options available
carrello
cart
condizioni
terms
15 / 18 enlarge slideshow
Un Po mio
aggiungi al carrello
add to shopping cart
chiudi
close

Opzioni disponibili
Options available
carrello
cart
condizioni
terms
16 / 18 enlarge slideshow
Un Po mio
aggiungi al carrello
add to shopping cart
chiudi
close

Opzioni disponibili
Options available
carrello
cart
condizioni
terms
17 / 18 enlarge slideshow
Un Po mio
aggiungi al carrello
add to shopping cart
chiudi
close

Opzioni disponibili
Options available
carrello
cart
condizioni
terms
18 / 18 enlarge slideshow
ITA - Informativa sui cookies • Questo sito internet utilizza la tecnologia dei cookies. Cliccando su 'Personalizza/Customize' accedi alla personalizzazione e alla informativa completa sul nostro utilizzo dei cookies. Cliccando su 'Rifiuta/Reject' acconsenti al solo utilizzo dei cookies tecnici. Cliccando su 'Accetta/Accept' acconsenti all'utilizzo dei cookies sia tecnici che di profilazione (se presenti).

ENG - Cookies policy • This website uses cookies technology. By clicking on 'Personalizza/Customize' you access the personalization and complete information on our use of cookies. By clicking on 'Rifiuta/Reject' you only consent to the use of technical cookies. By clicking on 'Accetta/Accept' you consent to the use of both technical cookies and profiling (if any).

Accetta
Accept
Rifiuta
Reject
Personalizza
Customize
Link
https://www.marziotoniolo.com/un_po_mio-r15772

Share on
/

Chiudi
Close
loading